24 luglio 2009

Il tecnofilosofo Cacciari: no ad Englaro

Beppino Englaro non ha le capacita' per dirigere il Partito Democratico, ha detto il tecnofilosofo Cacciari sindaco di Venezia, dichiarando: "Ho molta stima, ma fare il segretario di partito richiede conoscenze vaste... capacita' di mediazione, di direzione, di riconoscere le difficolta'... sarebbe il caso di ricordare che la politica e' una tekne'. Quindi non credo assolutamente che Beppino Englaro abbia le capacita' di dirigere il Pd"
Questa dichiarazione di Cacciari è offensiva e demenziale.
Beppino Englaro ha dimostrato capacità di mediazione e di gestione delle difficoltà enormi, nell'affrontare la battaglia morale per sua figlia Eluana. capacità umane immense, che nemmeno fusi in un sol uomo gli attuali dirigenti Pd saprebbero esprimere.
Ha saputo trasformare un dolore, una richiesta individuale in una battaglia veramente universale. Di far questo, in pochissimi sono capaci. Il disprezzo tecnocratico di cacciari è offensivo per le persone 'normali', per l'umanità di tutti.
la politica è una tekné? benissimo, ma tekné vuol dire anche(partendo da Aristotele) esperienza capace di cogliere e tradurre elementi universali nel particolare..esattamente quel che ha fatto Englaro con la sua battaglia.

2 commenti:

Matteo ha detto...

Molto meglio la Binetti e Calearo. Vuoi mettere chi sa mediare con l'Opus Dei e Confindustria con uno che osa mettersi contro la Chiesa?

Guido Mastrobuono (lavoristi) ha detto...

Ciao, mi chiamo Guido Mastrobuono e sono un cacciatore di articoli per un concorso che si chiama “Concorso Permanente di Parole ed Immagini” e mette a confronto articoli che stimolino una discussione in ambito folisofico, sociale o politico (vedi l’indirizzo http://lavoristi.ning.com/profiles/blogs/concorso-permanente-di-parole ).

A mio avviso, questo articolo arricchirebbe il nostro concorso e volevo suggerirti di inserirlo.

Il concorso, in realtà, è una scusa per convincere la gente a metterci a disposizione spunti per la discussione. Noi poi ne parliamo e ci creiamo un’idea nostra sui più svariati argomenti.
Infatti, la concorrenza tra autori non è una cosa che ci appartiene: noi creiamo nella collaborazione. E dal confronto con gli altri, noi aumentiamo il nostro sapere.
Comunque la pubblicazione offerta in premio ai vincenti è vera ed effettiva.

Se lo vorrai, potrai tranquillamente inserire, al piede degli articoli un link al tuo blog cosa che lo renderà più noto e facilmente raggiungibile.

Un saluto

Guido Mastrobuono